CASA RJ IN MANTUA

CASA RJ IN MANTUA

Logo AIT

 

 

7/8/2017 / pagina 158 – estratto in lingua italiana

CASA RJ IN MANTUA

Design Archiplan Studio, IT-Mantua

Con molto rispetto per la sua storia, Archiplan Studio ha dato nuova vita ad un appartamento in un edificio rinascimentale a Mantova. Come sono stati trattati i materiali, le superfici e i dettagli dimostra quanto Diego Cisi e Stefano Gorni Silvestrini abbiano ristrutturato la notevole struttura. Tutti i nuovi elementi – interventi minimalisti – si fondono con il tessuto dell’edificio esistente in modo armonioso e comunque con grande contrasto. È difficile credere che ci siano circa cinque secoli tra il vecchio e il nuovo.

Fu la dinastia Gonzaga che trasformò Mantova in uno dei centri più importanti durante il Rinascimento italiano. Oltre a numerosi edifici medievali e neoclassicisti, fino ad oggi è l’architettura di questo periodo che caratterizza gli stessi in un affresco nella stanza delle nozze che è considerato il primo ritratto di gruppo nella storia dell’arte. Il punto di forza della “Camera degli sposi”, però, è il suo autore, Andrea Mantegna, che ha usato la tecnica nota come illusionismo per trasformare questa stanza introversa in uno spazio pieno di luce con un’apertura simulata del soffitto e una vista sul cielo.

Oltre a capolavori come questo, anche altri affreschi rendono speciali le camere di residenze eleganti e private di Mantova, nascoste dalla vista e non accessibili al pubblico. Nel 2016, l’ufficio locale di Archiplan Studio fu incaricato di convertire un semplice appartamento del secondo piano di un edificio del 1500. Un vero tesoro, si potrebbe dire, ma in una condizione desolata.

Nel salotto Diego Cisi e Stefano Gorni Silvestrini hanno scoperto affreschi dell’inizio del XIX secolo sulle pareti e sul soffitto. La struttura aveva enormi potenzialità. I soffitti in legno dell’appartamento di 230 metri quadrati sono impressionanti. Sulla parete, gli architetti trovarono diversi strati sovrapposti di intonaco e vernice. Cisi e Sivestrini trovarono le pareti in mattoni parzialmente esposti e parzialmente intonacate di grigio opaco. I mattoni in cucina erano semplicemente coperti di un sottile intonaco di calce.

Nel restauro si può sentire un profondo amore per i dettagli, i materiali e il grande nel rispetto della struttura. La grande attenzione degli architetti stava rivelando la spiritualità delle stanze. La camera da letto dei genitori trasmette una suggestione di camma e di austerità quasi monastica.

Analogamente alla stanza del soggiorno, della sala da pranzo e dei bambini, anche nella camera da letto dei genitori si ritrovano le stesse tavole di rovere sgrossato installate a spina di pesce.

Le alte finestre con persiane in legno che si aprono verso l’interno sono di grande atmosfera. Apertura e chiusura delle persiane a mano è un rituale quotidiano speciale. Il camino storico rinforzato con vetro e ottone irradia la calma contemplativa. Come la maggior parte degli arredi dell’appartamento, la credenza con l’inusuale scompartimento di gioielli in verde pallido è un disegno degli architetti. Il tramezzo verso il bagno è  particolarmente poetico.

Le stecche di legno verticali che sono state poste davanti al vetro alto fino al soffitto filtrano la luce come una tenda leggera. Con il suo set di sanitari selezionati e grazie alle numerose superfici in legno di quercia – l’unico tipo di legno utilizzato nell’appartamento – il lungo bagno dei genitori risulta caldo e accogliente. In cucina, le sedie e la tavola, appositamente progettate, così come la scrivania nella stanza dei bambini e una scaffalatura, seguono questo stesso stile progettuale.

La scaffalatura si basa su un sistema a spina, graficamente interessante che può essere modificato. L’aspetto caldo e morbido del legno di quercia si armonizza con il tessuto preesistente. Solo nell’ambiente salotto circondato da affreschi, gli architetti hanno aggiunto alcuni pezzi d’arredo di serie di alta qualità come i divani. Nella Casa RJ, il nuoo è accuratamente integrato nel vecchio. Questo è il tipico caso di ristrutturazione operata da Archiplan. La storia architettonica dell’edificio continua quindi vivere, con un intervento sviluppato con grande rispetto. Senza dubbio i Gonzagas sarebbero stati contenti.

Articolo in lingua originale

Indietro

Pin It on Pinterest